Analisi del flusso degli ordini e del valore

Introduzione: breve definizione e scopo dell'analisi del flusso di ordini

L'analisi del flusso, nota anche come "analisi del flusso" o "analisi del flusso di processo", è un approccio importante nell'ottimizzazione dei processi. L'obiettivo dell'analisi dei flussi è identificare, documentare, misurare e analizzare il flusso di materiali e informazioni in un'azienda, al fine di individuare ed eliminare potenziali ritardi e colli di bottiglia.

Attraverso un'analisi completa del flusso di processo, le aziende possono migliorare i loro processi e ottimizzarli rispetto ai 7 tipi di rifiuti della gestione LEAN. L'analisi del flusso aiuta anche a standardizzare i processi e a ottenere miglioramenti, garantendo che ogni attività di un processo abbia uno scopo chiaro e non contenga passaggi inutili.

Nel complesso, l'analisi del throughput è uno strumento prezioso per l'ottimizzazione dei processi, in quanto consente alle aziende di comprendere i propri processi, migliorarli e renderli più efficienti.

Sig. Opdenhoff: persona di contatto per i sistemi di miscelazione

Prenotate subito la vostra consulenza personale gratuita e non vincolante con Jürgen Opdenhoff per l'analisi del flusso degli ordini e la mappatura del flusso del valore.

Storia dell'analisi del flusso di ordini

La storia dell'analisi del throughput risale agli anni '30, quando le tecniche di ingegneria industriale furono utilizzate per la prima volta per ottimizzare i processi industriali. Uno dei pionieri in questo campo è stato Taiichi Ohno, ex vicepresidente della Toyota, che ha sviluppato il concetto di produzione "just-in-time". Questo metodo mira a ridurre le eccedenze e i 7 tipi di sprechi nei processi, garantendo che ogni attività venga svolta immediatamente prima di essere utilizzata.

Fin dagli albori dell'ingegneria industriale, l'analisi della produttività è diventata un metodo importante per l'ottimizzazione dei processi. Oggi viene utilizzata in un'ampia gamma di settori, dalla produzione e lavorazione di beni alla sanità e all'amministrazione.

Obiettivi e vantaggi dell'analisi del flusso degli ordini

L'analisi del rendimento comporta l'identificazione e la valutazione dei punti deboli di un processo. Questi possono portare a un rallentamento o a una minore efficienza del processo, che a sua volta può influire sulle prestazioni complessive del sistema.
Per riconoscere i punti deboli e i colli di bottiglia si utilizzano spesso strumenti come le descrizioni dei processi o le mappe dei processi. È inoltre necessario eseguire attivamente il processo in esame.

 

Aree di applicazione dell'analisi del flusso di ordini

L'analisi del throughput è una parte importante della gestione dei processi e viene utilizzata in diverse aree di applicazione. Le aree di applicazione possono essere: produzione, logistica, servizi e amministrazione. L'analisi del rendimento viene utilizzata per ottimizzare i processi, aumentarne l'efficienza e migliorare la soddisfazione dei clienti. L'obiettivo è rendere i processi più veloci, più efficienti e più convenienti. L'analisi del rendimento è uno strumento prezioso per identificare i miglioramenti dei processi e per implementare le misure di ottimizzazione dei processi. Supporta inoltre l'adempimento dei requisiti legali e normativi.

Il flusso di ordini nell'immagine aziendale di un'azienda di produzione

Figura 1: Il flusso degli ordini nel quadro aziendale di un'azienda di produzione.

Fasi dell'analisi del flusso di ordini:

a. Identificazione del processo / documentazione del processo
Il primo passo dell'analisi del throughput è l'identificazione del processo da analizzare. Ciò comprende l'analisi del flusso aziendale e la definizione di obiettivi chiari e gruppi target. È importante sviluppare una profonda comprensione del processo per poter condurre un'analisi approfondita. L'identificazione del processo deve essere effettuata attraverso una revisione completa dei documenti, colloqui con le parti interessate e osservazioni per ottenere una comprensione completa. Una fase essenziale dell'analisi del throughput è la documentazione del processo. Si tratta di catturare e registrare accuratamente le attività svolte durante il processo. Ciò include la mappatura della sequenza delle attività, delle persone coinvolte e del tempo impiegato per ciascuna attività. La documentazione del processo aiuta a sviluppare una comprensione delle procedure e delle dipendenze e facilita l'identificazione del potenziale di miglioramento. È importante creare una documentazione il più possibile accurata e dettagliata per poter effettuare un'analisi fondata.
b. Analisi strutturale del flusso di ordini
L'analisi strutturale è una fase centrale dell'analisi del flusso. Si tratta di analizzare i processi dell'azienda per capire il flusso di un ordine specifico attraverso l'azienda. Analizzando il flusso, è possibile identificare eventuali colli di bottiglia, inefficienze e sprechi e attuare miglioramenti mirati.
c. Migliorare il rendimento degli ordini
L'ultima fase dell'analisi del throughput riguarda il miglioramento del throughput. L'obiettivo è eliminare i colli di bottiglia e le strozzature identificate e ottimizzare l'efficienza del processo. Ciò può essere ottenuto attraverso misure quali l'automazione di alcune fasi del processo, la riduzione dei tempi di attesa o l'accorciamento dei tempi di lavorazione. L'implementazione efficace dei miglioramenti richiede un approccio sistematico per garantire che tutti i soggetti interessati siano coinvolti e che l'implementazione sia pianificata ed eseguita con cura. I risultati dei miglioramenti devono essere monitorati e valutati regolarmente per garantire il raggiungimento degli effetti desiderati.

Vantaggi dell'analisi del flusso di ordini

Identificazione dei colli di bottiglia e dei punti deboli dei processi

Maggiore trasparenza dei processi e quindi migliore controllabilità

Maggiore flessibilità e adattabilità a requisiti in continua evoluzione

Aumento della competitività grazie a risparmi sui costi e miglioramenti della qualità

Eliminazione degli sprechi e riduzione dei costi

Aumentare la qualità e l'affidabilità dei processi

Aumento della produttività

Riduzione dei livelli di scorte e dei costi associati

Maggiore soddisfazione dei clienti grazie a tempi di consegna più rapidi

Introduzione: breve definizione e scopo della mappatura del flusso del valore

La mappatura dei flussi di valore è un metodo per ottimizzare i processi. L'obiettivo è la creazione di valore aggiunto per il cliente. Nella prima fase della mappatura del flusso di valore, tutte le attività e i flussi di materiali all'interno di un processo vengono registrati e valutati per il loro contributo alla creazione di valore aggiunto. A questo proposito può essere utile l'uso della cosiddetta mappa del flusso di valore. Questa mappa visualizza i flussi di lavoro e di materiali all'interno del processo e facilita l'identificazione del potenziale di creazione di valore e degli sprechi. Eseguendo sistematicamente l'analisi del flusso di valore, è possibile migliorare la progettazione del processo e aumentarne l'efficienza, con conseguente maggiore soddisfazione dei clienti e migliori risultati aziendali.

 

Storia della mappatura del flusso di valore

L'analisi del flusso di valore, nota anche come mappatura del flusso di valore, è un metodo che ha origine nel Toyota Production System (TPS). È stato sviluppato negli anni '80 da Taiichi Ohno per consentire una produzione più efficiente. La mappatura del flusso di valore si riferisce alla rappresentazione e all'ottimizzazione del flusso di attività a valore aggiunto in un processo. È uno strumento essenziale per la realizzazione dei concetti di lean management, che mirano a ottenere la produzione più efficiente possibile identificando ed eliminando gli sprechi. La mappatura dei flussi di valore è un metodo visivo in cui vengono registrati i flussi di materiali e informazioni in un processo, al fine di migliorare l'efficienza del processo e ottimizzare i flussi di lavoro.

Obiettivi e vantaggi della mappatura del flusso di valore

La mappatura dei flussi di valore è una parte importante della gestione snella e mira a massimizzare il valore aggiunto per il cliente e a ridurre al minimo i 7 tipi di rifiuti. Analizzando sistematicamente la catena del valore, le aziende possono scoprire quali attività sono importanti per il cliente e quali possono essere classificate come scarti inutili. Ciò consente di ottimizzare i processi e di aumentare l'efficienza. Oltre ad aumentare l'efficienza, la mappatura del flusso di valore fornisce anche una migliore visione d'insieme e un migliore controllo del flusso di processo, nonché una chiara definizione delle priorità del potenziale di miglioramento.

Ambiti di applicazione della mappatura dei flussi di valore

La mappatura dei flussi di valore è uno strumento utile per ottimizzare i processi aziendali che può essere utilizzato in diversi settori e aree di applicazione. Alcune delle aree di applicazione più importanti sono l'industria manifatturiera, l'industria dei servizi, la sanità, la fornitura di energia e la logistica. La mappatura dei flussi di valore è particolarmente utile per eliminare gli sprechi e creare un flusso di processo più fluido. Aiutando a identificare, ottimizzare e implementare i processi, la mappatura dei flussi di valore contribuisce a migliorare l'efficienza e la produttività, a ridurre i costi e ad aumentare la soddisfazione dei clienti.

Figura 2: In primo luogo, devono essere descritte le singole fasi del processo. L'oggetto dell'analisi del flusso di valore è sempre un prodotto o un gruppo di prodotti. È quindi importante assicurarsi che vengano selezionati solo i prodotti o i gruppi di prodotti che condividono la maggior parte delle fasi del processo.

Figura 3: Il flusso di materiale è ora inserito.

Figura 4: nel flusso di valore devono essere scambiate molte informazioni. La crescente digitalizzazione dei flussi di valore rende necessario determinare dove ci sono "soluzioni isolate" e dove ci sono interventi di sistema, ad esempio da parte di un sistema ERP. Questi diversi percorsi sono illustrati dal flusso di informazioni.

Figura 5: I punti deboli identificati sono etichettati con il flash Kaizen. I singoli Kaizen flash possono essere trasferiti in un elenco separato e visualizzare la specifica necessità di azione nel flusso di valore registrato.

Fasi dell'analisi del flusso di valore:

a. Identificazione del prodotto o del servizio per il quale il processo deve essere ottimizzato.

Poiché la mappatura del flusso di valore richiede molto tempo, è opportuno dare priorità ai prodotti e ai servizi in termini di potenziale di ottimizzazione.

È importante sviluppare una profonda comprensione delle esigenze dei clienti per garantire che l'organizzazione fornisca i propri prodotti o servizi in modo efficiente ed efficace.

Anche gli effetti di sinergia devono essere presi in considerazione: Quale ottimizzazione ha un impatto su diversi prodotti e servizi? Dove si moltiplica l'effetto?

b. Creazione di un diagramma del flusso del valore

Le fasi della mappatura del flusso di valore comprendono la creazione di un diagramma del flusso di valore, che è una rappresentazione grafica del flusso di materiali e informazioni all'interno di un processo. Questo metodo viene utilizzato per identificare ed eliminare i potenziali sprechi in un processo, al fine di ottenere maggiore efficienza e valore aggiunto. La creazione di un diagramma del flusso di valore richiede una profonda comprensione dei processi e un attento monitoraggio del flusso di materiali e informazioni dall'idea del prodotto alla consegna al cliente.

c. Identificazione delle attività di creazione di valore
L'identificazione delle attività di creazione del valore è una fase importante della mappatura del flusso di valore. L'obiettivo è identificare tutte le attività che contribuiscono a soddisfare le esigenze dei clienti e quindi a creare valore aggiunto. Ciò include sia le attività dirette che quelle indirette. L'analisi e la valutazione di queste attività consentono di comprendere l'efficienza del processo attuale e, se necessario, di individuare il potenziale di ottimizzazione.
d. Ottimizzazione delle attività di creazione di valore
L'ottimizzazione delle attività di creazione del valore è una fase critica della mappatura del flusso di valore che prevede l'implementazione delle opportunità identificate per migliorare i processi e i sistemi. Si possono utilizzare metodi come il lean management o l'uso dei principi kaizen per ottenere un utilizzo più efficiente delle risorse e una riduzione degli sprechi. L'obiettivo è quello di ottimizzare il flusso di valore, aumentando così la soddisfazione e la fedeltà dei clienti e realizzando risparmi sui costi.
e. Implementazione delle ottimizzazioni

L'implementazione delle ottimizzazioni è una fase decisiva dell'analisi del flusso di valore. In questo caso, le opportunità identificate per migliorare le attività di creazione del valore devono essere messe in pratica. L'implementazione richiede la collaborazione di tutti i reparti coinvolti e può comportare una modifica significativa del flusso di processo. È importante monitorare costantemente l'implementazione per garantire che le ottimizzazioni siano efficaci e sostenibili. Revisioni e aggiustamenti regolari possono garantire che la creazione di valore sia costantemente ottimizzata e soddisfi le esigenze del cliente.

Vantaggi dell'analisi del flusso di ordini

L'applicazione della mappatura del flusso di valore può apportare una serie di vantaggi a un'azienda; alcuni esempi includono

Risparmio sui costi:

Identificando ed eliminando gli sprechi nel processo, la mappatura del flusso di valore può contribuire a ridurre i costi.

Miglioramento della qualità:

La qualità dei prodotti o dei servizi può essere migliorata ottimizzando i processi.

Risparmio di tempo:

Ottimizzando i processi ed eliminando gli sprechi, è possibile ridurre i tempi di lavorazione dei processi.

Maggiore flessibilità:

La mappatura dei flussi di valore può aumentare l'adattabilità alle mutevoli esigenze dei clienti.

Maggiore trasparenza:

Visualizzando il flusso di materiali e informazioni, l'azienda ottiene una migliore visione delle procedure nei suoi processi e può quindi prendere decisioni migliori.

Aumento della soddisfazione dei clienti:

Ottimizzando i processi e aumentando la qualità e la flessibilità, è possibile aumentare la soddisfazione dei clienti.

Aumento della motivazione dei dipendenti:

Aiutando a identificare gli sprechi e a sviluppare suggerimenti per il miglioramento, è possibile aumentare la motivazione dei dipendenti ("trasformare gli interessati in partecipanti").

Aumento dell'efficienza:

La mappatura del flusso di valore può contribuire ad aumentare l'efficienza dei processi e a migliorarne le prestazioni.

Contatto OPDENHOFF: Julian Steiger

Prenotate subito una consulenza personale gratuita e non vincolante con Julian Steiger per l'analisi del flusso degli ordini e la mappatura del flusso di valore.

Demarcazione

Similitudini e differenze

L'analisi del rendimento e la mappatura del flusso di valore sono due metodi che a prima vista sembrano simili. Entrambi gli approcci mirano a ottimizzare i processi e a identificare quelli che non creano valore aggiunto per il cliente. Tuttavia, esistono anche differenze significative tra questi metodi.

L'analisi del rendimento si concentra sui flussi di materiale all'interno di un processo. Gli obiettivi di questo metodo sono la riduzione delle scorte in eccesso e dei tempi di attesa e l'accelerazione del flusso di materiali. La mappatura dei flussi di valore, invece, va oltre e non si limita ai flussi di materiale, ma analizza anche le attività di creazione di valore all'interno di un processo. L'obiettivo della mappatura dei flussi di valore è quello di massimizzare il valore aggiunto per il cliente.

È importante riconoscere che entrambi i metodi si completano a vicenda e possono essere utilizzati insieme. L'analisi del flusso può aiutare a ottimizzare le procedure del processo, mentre l'analisi del flusso di valore identifica le fasi che creano il maggior valore aggiunto per il cliente. Questi due approcci possono quindi essere utilizzati in combinazione per ottenere un'ottimizzazione completa del processo.

Sintesi e raccomandazioni per la scelta del metodo giusto

L'analisi del rendimento e la mappatura del flusso di valore sono entrambi metodi per l'ottimizzazione dei processi. L'analisi del rendimento si concentra sull'aumento dell'efficienza riducendo i flussi e le perdite in eccesso. La mappatura dei flussi di valore, invece, si concentra sulla massimizzazione del valore aggiunto per il cliente e sull'eliminazione di tutte le attività che non offrono valore aggiunto al cliente.
Sebbene entrambi i metodi siano collegati, in pratica si raccomanda di scegliere la mappatura dei flussi di valore per un'ottimizzazione completa e approfondita dei processi, in quanto fornisce una comprensione più chiara delle esigenze dei clienti e un focus sulla creazione di valore.
it_ITItalian
Consenso ai cookie GDPR con Real Cookie Banner